Mobirise

" .....il fatto che i sapori restino legati al corpo come ricordi ha dell'incredibile." (Yoshimoto B.)

SEGUICI SUI SOCIAL !

 "L'amare il proprio lavoro, che purtroppo è un privilegio di pochi, costituisce la migliore approssimazione alla felicità sulla terra",
scriveva Primo Levi.

Con questo entusiasmo ho avuto la fortuna e l'audacia di fare delle mie passioni il proprio lavoro.
La campagna richiede impegno e fatica e mi ha permesso di perseguire l'obbiettivo di creare ed elaborare un prodotto unico, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.
Dal colore dell'oro e dal profumo intenso, il mio olio richiede attenzioni costanti e quotidiane, dalla coltivazione all'imbottigliamento.
Pieno di passione, il mio proposito è quello di migliorare sempre più la qualità del prodotto, curando giorno dopo giorno anche il più piccolo dettaglio.
Racchiuso in ogni bottiglia c'è il connubio tra i doni della terra, il lavoro dell'uomo, la genuinità della natura, la mia passione per gli ulivi. 

LA STORIA E IL MIO TERRITORIO

Il Comune di Reggello, dove sono nato e nel quale continuo a vivere coltivando ulivi, è un comune della provincia di Firenze che si estende dal fondo della valle dell'Arno fino alla dorsale montuosa del Pratomagno. Gran parte della fascia collinare del territorio di Reggello è caratterizzata da curate colture a terrazzamenti con vigneti ed oliveti, presenti fin dal XIV secolo.

L'olivo, coltura fondamentale di questa zona, è un elemento necessario alla lettura del territorio e ne caratterizza profondamente il paesaggio. La terra di questi luoghi produce un eccellente olio rinomato per la bassa acidità e le caratteristiche organolettiche particolari, dovute all'altezza delle olivete che si estendono fra i 300 e 500 slm e alla peculiarità della terra. Si tratta di un terreno unico in Toscana, con bassissimo contenuto di calcare ed un elevato contenuto di quarzo. 

Le piante sono in maggioranza del tipo frantoio, leccino, morellino ed in minoranza pendolino.


LA MIA FILOSOFIA

È dalla tenacia, dalla mia passione per l'olio e per la mia terra che è iniziato tutto; con caparbietà, sacrifici ed entusiasmo ho iniziato ad intraprendere questo mio percorso .

Tutte le operazioni “sul campo” dalla concimazione, alla potatura fino alla raccolta vengono gestite in prima persona per essere sempre al corrente della salute delle mie piante al fine di garantire un prodotto di qualità.

L’ olio Montigiani ha una produzione limitata all'effettiva resa annua delle piante, esso è il frutto di una profonda conoscenza e amore del territorio in cui vivo, della sapiente e preziosa tradizione unita alle moderne tecniche di coltivazione e lavorazione.

Accudisco infatti le piante con l’arte, la passione, la pazienza e la virtù dei predecessori, migliorandone la qualità, osservando ed inseguendo tecniche sempre più evolute per rendere così il mio olio e il mio Nome sinonimo di Alta Qualità.

L'impostazione di tutto il lavoro si poggia sul rispetto di ciò che l’olio è: espressione di una pianta, di un territorio, di un'annata. 

Ogni scelta in uliveto e in frantoio è dettata dall'assecondare questa unicità che c'è nell’olio all'origine.

L'eccezionalità del risultato finale, quel nettare limpido e profumato, è l’espressione di un contatto continuo e diretto con gli ulivi e con la terra.

Ogni giorno cerco di migliorare e ottenere risultati sempre più alti, la verifica maniacale di ogni fase del processo produttivo è il mio modo di perseguire obbiettivi sempre più elevati ,in termini di qualità e senza mai scendere a compromessi. 


IL VIAGGIO DELL'OLIVA

brevi cenni sulla trasformazione da oliva a olio

LA RACCOLTA: avviene in un periodo molto limitato tra la fine di ottobre e la prima metà di novembre, allo scopo di raccogliere il frutto al giusto grado di maturazione. 

La raccolta si effettua manualmente e meccanicamente mediante agevolatori che scuotono i rami con un movimento oscillante.

Una volta che le olive cadono sulla rete, vengono raccolte e sistemate in cassette che saranno poi trasportate al frantoio dove inizia la lavorazione rigorosamente a freddo.

Dopo un’accurato controllo le olive vengono scaricate al frantoio per essere pesate.

Vengono quindi versate nella tramoggia.

E convogliate nel defogliatore che ne asporta foglie e rametti che potrebbero conferire quel sapore “aspro-legnoso”.

Passano poi alla lavatrice, che ne elimina le impurità.

E in seguito si passa al Frangitore, prima vera e propria fase di estrazione, dove vengono frantumate le olive in tempi brevissimi.

Si passa alla gramolatura, la quale ha lo scopo di rompere l’emulsione olio-acqua prodottasi durante la frantumazione dei frutti e favorire la compattazione delle goccioline d’olio in gocce di diametro maggiore.

Infine la pasta viene travasata nel decanter, il quale esegue la separazione definitiva fra olio e sansa.

L’olio viene quindi conservato in serbatoi di acciaio inox e stoccato in un apposito locale, dove avviene anche l’imbottigliamento. 

LE MIE SELEZIONI

Le tipologie di cultivar hanno caratteristiche organolettiche tra loro diverse, studiando accuratamente le maturazioni ho realizzato 3 selezioni, così ogni piatto potrà avere l’olio più adeguato per essere valorizzato: DECISO, DELICATO, BIOLOGICO:

- “IL DECISO” è l’olio con sapore più strutturato e robusto ideale con tartare di carne, bistecche ai ferri, lessi e bruschette

Disponibile in: bottiglia da 250 - 500ml / latta da 2-3-5-lt / bag in box da 3 e 5 lt


- “IL DELICATO” ha note decisamente morbide e con sapore più lieve, adatto sul pesce sia di mare che di lago, carni bianche e insalate

Disponibile in: bottiglia da 250 - 500ml / latta da 2-3-5-lt / bag in box da 3 e 5 lt


- “il BIOLOGICO” dal sapore equilibrato, intenso ma non invadente rispetto alle precedenti selezioni è quello che armonizza di più con ogni piatto, particolarmente indicato su vellutate, hummus e zuppe di legumi

Disponibile in: bottiglia da 250 - 500ml / latta da 2-3-5-lt / bag in box da 3 e 5 lt

ARTICOLI REGALO

- CONFEZIONE IN LEGNO CON 2 BOTTIGLIE DA 250 ML (selezioni olio a scelta del cliente)

- CONFEZIONI IN LEGNO CON 2 BOTTIGLIE DA 500 ML (selezioni olio a scelta del cliente)

- CONFEZIONE “SINTESI” IN LEGNO CON 3 BOTTIGLIE DA 250 ML (BIOLOGICO-DECISO -DELICATO con possibilità di variare la selezione)

I RICONOSCIMENTI

- Concorso TUSCANY FOOD AWARDS 2017

- Concorso TUSCANY FOOD AWARDS 2018

- Concorso Internazionale AIPO D’ARGENTO 2018

- Azienda selezionata da Slow Food

RICETTE CONSIGLIATE

Crema calda di fagioli Zolfini con gamberi,rosmarino e olio Biologico
La ricetta è pensata per 4 persone.

Ingredienti:
- 200 g di Zolfino secchi
- 12 code di gambero
- 2 Cipolle
- 1 costa di sedano
- 1 foglia di alloro
- 1 rametto di rosmarino
- 1 mestolo di brodo vegetale
- 50 ml di olio extra vergine di oliva Biologico
- Sale
- Pepe

Mettere i fagioli a bagno in acqua fredda per una notte (Se non si ha tempo si possono utilizzare quelli in scatola) trasferirli in una pentola con 1 litro di acqua con cipolla alloro e sedano ,fate cuocere per 2.5 ore a fuoco medio.
Scaldate 20 ml di olio extra vergine di oliva in una pentola alta e fatevi soffriggere mezzo rametto di rosmarino ,la cipolla pelata e tritata, quindi unite i fagioli e aggiungete un mestolo di brodo ,proseguite la cottura finchè saranno diventati molto morbidi.
Togliete dal fuoco eliminate il rosmarino e frullate con il mixer ad immersione, incorporando 15 ml di olio extra vergine di oliva , sale e pepe.
Tenere in caldo.
Sbollentare i gamberi in acqua bollente per 30 secondi quindi fateli saltare in una padella bollente per 2 minuti.
Una volta pronti distribuire la crema in quattro piatti individuali oppure in un piatto unico molto grande e disporre i gamberi su ciascun piatto, quindi decorare con un rametto di rosmarino ed ultimare il piatto con olio extra vergine di oliva Montigiani Biologico. 

GALLERIA

CONTATTI

Compila il form e premi INVIA per inviare un messaggio